semplice

Semplice non è facile

Semplice non è facile. Quante volte ci capita di usare questi 2 termini come fossero sinonimi? Eppure non lo sono affatto.

A me è successo un sacco di volte in passato. Usare alternativamente semplice e facile. Non conoscevo la differenza. Poi un giorno ho scoperto, per merito di un mio professore, che in realtà non hanno lo stesso significato. Ma sbaglio ancora a volte.

Sbaglio ancora perché nell’immaginario collettivo sono comunemente usati come sinonimi. Ma la differenza è profonda.

Facciamo chiarezza.

  • Facile è qualcosa che può essere fatto. Qualcosa che si riesce a fare senza troppi sforzi.
  • Semplice è ciò che viene ridotto dal complesso, che viene semplificato.

Sembra banale ma la differenza è grande. Alcune considerazioni.

  1. Ciò che è semplice può essere dannatamente difficile

Io posso trovare la soluzione ad un problema ma metterla in pratica non risulta affatto facile. Penso ad esempio a una dieta dimagrante. Sai che se vuoi perdere peso devi mangiare meno, ridurre le calorie, fare più movimento e via dicendo. Ma quando si tratta di metterla in pratica?

Il sistema per dimagrire è semplice. Ma farlo proprio no. Non è affatto facile. Altrimenti dovremmo essere tutti magri.

  1. La semplicità richiede fatica

La semplicità è il risultato finale di un lavoro che parte da qualcosa di complesso e passo dopo passo, sforzo dopo sforzo, arriva a una soluzione lineare.

Hai mai notato che i bravi maestri, quelli che sono bravi a spiegare le cose, quelli che riescono ad appassionarti all’argomento che stanno trattando sono di solito preparatissimi.

Eh sì. Perché per riuscire a rendere semplice qualcosa devi conoscere a fondo la materia, l’argomento. Devi conoscere le mille sfaccettature e i possibili punti problematici. E solo allora puoi arrivare ad una spiegazione lineare. Senza fronzoli.

  1. La facilità è una grande bugia

Ogni grande risultato, ogni grande conquista è frutto di un lavoro intenso e faticosissimo.

Troppe volte ci viene mostrato con quanta facilità sia possibile fare questo o quello. Ma la realtà è che senza impegno e lavoro non si conquista niente. Se vuoi qualcosa di facile ti dovrai accontentare di quello che ti lasciano gli altri.

E allora non ci resta che abbandonare i facili sogni di gloria, rimboccarsi le maniche e iniziare a sudare il doppio degli altri. Solo allora potremo guardare al futuro con ottimismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.