essere persuasivo

Vuoi essere più persuasivo? Racconta una storia avvincente.

Per persuadere il tuo interlocutore devi coinvolgerlo. Impara a raccontare una storia avvincente in 5 semplici passaggi.

Essere persuasivo ti permette di far vedere la tua visione agli altri. Esattamente come la vedi tu. E le storie sono uno strumento dannatamente efficaci nel farlo.

Ci vengono raccontate fin da bambini. E hanno il potere di coinvolgere la nostra fantasia e di insegnarci qualcosa.

Vedremo qui come raccontare una storia con una struttura in 5 fasi, semplice ma molto potente. E perché dovresti farlo anche tu.

Perché la storia è un potente strumento di persuasione

storia

Pensa a quando ti hanno criticato per qualcosa. Per una tua azione o per un tuo comportamento. La reazione che, molto probabilmente, hai avuto è stata di rifiuto.

Non ti piace (e a nessuno piace) che ti venga detto cosa fare o cosa non fare. Normalmente difendi la tua posizione portando scuse più o meno valide.

Ma alla fine non stai difendendo ciò che hai fatto o detto. Sei entrato nella modalità sfida.

Ormai ti interessa solo di spuntarla, di averla vinta.

Ti riconosci?

A me succede spesso. Mi ci vuole tutto il mio impegno per non cadere in questo tranello.

E lo stesso succede alla stragrande maggioranza.

Ecco perché non devi persuadere con la forza. Ma instillando il dubbio.

Impara ad essere persuasivo raccontando una storia che coinvolga il tuo interlocutore e che esprima il tuo punto di vista.

E non è affatto scontato che la base di partenza sia un’incrollabile fiducia in te stesso.

La struttura di una storia avvincente

struttura

La storia ha il potere di non coinvolgere l’interlocutore in prima persona. E questo ha come primo effetto che chi ascolta non si sente messo sotto accusa.

La storia ha il potere di ispirare. E’ come piantare un seme. Lo devi fare se vuoi ottenere il frutto. E poi attendere che germogli. Non tutti ce la faranno. Ma alcuni sì.

La storia ha il potere di esemplificare, nel concreto e secondo uno schema evolutivo, tanto cosa vuoi cambiare quanto come lo vuoi cambiare.

Ma anche una bella storia ha bisogno di una struttura finalizzata al risultato.

In questi passaggi riuscirai a crearne una efficace. Imparerai ad essere persuasivo in modo morbido ma efficace.

1.Identifica con precisione il problema

Devi avere chiaro che cosa vuoi. Identifica con precisione il problema da affrontare. Sembra scontato ma non lo è. Spesso affrontiamo situazioni senza sapere esattamente cosa stiamo facendo. Iniziando mille cose per non concluderne alcuna.

Serve un obiettivo chiaro e specifico per proporre il cambiamento che hai in testa. Solo così dai un senso alla storia.

2.Mostra cosa potrebbe succedere senza un cambiamento

difficoltà

Forse ti è già capitato di avere una grande opportunità e di averla comunque rifiutata nonostante gli evidenti vantaggi che presentava.

Questo perché i vantaggi, da soli, non sono sufficienti ad innescare un vero cambiamento.

A dirla tutta sono il corollario. Il passo finale che ci spingono al cambiamento quando ormai tutto è già deciso.

Il vero motore del cambiamento è la paura.

La paura di una sconfitta è molto più potente della speranza di una vittoria.

Ecco perché la tua storia deve mostrare come, evitando il cambiamento, la situazione potrebbe degenerare.

Ricorda che per essere persuasivo devi innescare un sogno lucido e ricco di particolari. Devi mostrare un possibile futuro.

Ricorda che per essere persuasivo devi evocare

3.Trova i vantaggi del cambiamento

Ora che hai mostrato chiaramente il problema e cosa potrebbe succedere è tempo di intravedere una speranza: il cambiamento che nella tua visione rappresenta la soluzione.

E’ il momento di illustrare tutti i vantaggi che il cambiamento comporta. Spesso è sufficiente capovolgere le paure per mostrare tutti i benefici potenziali.

Stai creando un viaggio emozionale in chi ti ascolta senza mai coinvolgerlo direttamente.

4.Individua le principali obiezioni

Hai creato una struttura di base ma non hai ancora finito. Riceverai sicuramente qualche obiezione e non puoi certo farti trovare impreparato.

Molto probabilmente hai già individuato le difficoltà e i punti deboli della tua soluzione.

Di fatto ogni cambiamento ci pone di fronte a delle sfide nuove. A nuove difficoltà. E poi a nuove opportunità. Devi analizzare attentamente questi aspetti perché qualcuno te lo farà notare.

E come controbattere? Con il punto 5.

5.Mostra esempi concreti

esempio

Finiti i lavori preparatori inizia ora l’opera vera e propria di persuasione. Qui la storia prende forma. Ora devi dare vita ai tuoi argomenti con esempi reali, statistiche e quanto possa aiutare a dare un valore tangibile.

L’esempio concreto è un potente mezzo comunicativo che vale più di mille parole. Rappresenta la realtà degli altri in cui è facile immedesimarsi.

E ora che hai tutti gli strumenti di una storia avvincente non ti resta che metterli insieme.

Vediamo come.

Come raccontare una storia avvincente e persuasiva

racconto

Hai individuato i punti cardine su cui costruire un’argomentazione efficace. Hai una visione chiara di cosa vuoi esprimere e come lo vuoi esprimere. Adesso collega i 5 punti in un discorso omogeneo.

Di per sé questo è già un metodo che può bastare, soprattutto fin che non hai più esperienza. Riesce, con semplicità, a toccare molteplici aspetti di un problema proponendo più punti di vista ( aspetti negativi, possibili miglioramenti, difficoltà e casi concreti).

Ma se vuoi enfatizzare il potere persuasivo della tua storia devi fare un passo in più. Devi andare oltre alla logica del ragionamento.

Devi coinvolgere emotivamente il tuo interlocutore. Così facendo moltiplicherai il tuo potere di persuasione.

Perché ricorda che per persuadere è necessario toccare la sfera emotiva del tuo interlocutore.

Non temere di mostrare anche le difficoltà che il cambiamento porta con sé. Nulla di valore viene conquistato a costo zero. Enfatizza i benefici che uno sforzo iniziale può portare.

Descrivi le sensazioni del vivere in queste condizioni e lasciagli esprimere la sua opinione. Deve avere un ruolo attivo nella storia ma non essere direttamente coinvolto.

Fatti aiutare da lui a sviluppare ulteriormente la tua idea. Se sarà parte attiva del processo creativo il suo entusiasmo crescerà esponenzialmente.

A noi tutti piace avere un ruolo ed essere parte di qualcosa. Quando riuscirai a dare uno scopo a chi ti ascolta solo allora riuscirai ad essere realmente persuasivo.

E te ne saranno grati. Perché sarai stato loro di aiuto.

Perché alle volte abbiamo bisogno di essere spronati per vedere ciò che a posteriori sembra evidente.

Perché alle volte un briciolo di persuasione può essere il primo passo di un lungo viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.